Come pulire la lavastoviglie?

RSS
Come pulire la lavastoviglie?

Non tutti hanno la lavastoviglie a casa, ci sono molte persone che preferiscono lavare le stoviglie a mano.

Certamente anche tu, se non possiedi la lavastoviglie sarai ‘costretto/a’, più volte al giorno, a dover lavare a mano pentole e piatti.

Il lavaggio dei piatti, delle posate, dei bicchieri e delle pentole è molto importante, soprattutto per una questione di igiene: non possiamo lavare nel modo sbagliato oggetti che utilizziamo per mangiare, perché potrebbe essere dannoso.

Se ti stai chiedendo come lavare le stoviglie a mano all’interno del lavello nel migliore dei modi, continua a leggere questo articolo.

Prima di iniziare il lavaggio delle stoviglie devi assicurati che il lavello sia ben disinfettato, non è assolutamente igienico lavare i piatti e le pentole all’interno di un lavello già sporco. Un’altra cosa di fondamentale importanza è ricordarsi di mantenere sempre pulita la spugnetta che viene utilizzata per effettuare il lavaggio; non bisogna mai lasciarla bagnata perché è proprio così che, al suo interno, si accumulano e si moltiplicano i germi.

Dopo essersi assicurati di poter lavorare in un ambiente igienizzato a dovere, la prima cosa da fare è eliminare i residui di cibo sia dai piatti, che dalle posate e dalle pentole; è assolutamente sbagliato immergerli nell’acqua se vi è ancora del cibo sopra di essi.

Se, poi, i piatti e le pentole hanno persino del cibo incrostato il nostro consiglio è quello di farli stare in ammollo semplicemente in acqua calda, servirà per ammorbidire tutto ciò che va eliminato.

Quindi, dopo aver eliminato i residui di cibo ed, eventualmente, ammorbidito il cibo incrostato, arriva il momento del lavaggio vero e proprio.

Per quanto riguarda il lavaggio bisogna utilizzare più acqua e meno detersivo, perché il detersivo è difficile da rimuovere perfettamente dalle stoviglie quindi non si deve abbondare; l’acqua, ovviamente, deve essere calda perché, a differenza di quella fredda, grassa.

Per prima cosa, bisogna tappare lo scarico del lavello e riempirlo di acqua calda, poi si deve dosare il detersivo così che possa sciogliersi bene, in seguito immergere le stoviglie, iniziando da quelle più pulite e continuando con quelle più sporche.

Adesso, con l’utilizzo della spugnetta, si potranno lavare tutte le stoviglie che si trovano all’interno del lavello, strofinando su di esse per eliminare sporco e residui. Le stoviglie vanno lavate in acqua ferma, ma devono essere sciacquate accuratamente sotto l’acqua corrente.

Il miglior modo di fare asciugare piatti, posate, bicchieri e pentole è nello scolapiatti in quanto è più igienico; ovviamente, se si ha fretta si può decidere di asciugarli con un panno, ma attenzione deve essere asciutto e pulitissimo altrimenti si rischia di trasferire germi e batteri sulle stoviglie appena lavate.

Una ‘regola’ da rispettare sempre è quella di utilizzare sempre i guanti per lavare le stoviglie, sia per una questione igienica che per salvaguardare la salute delle mani.

E tu come lavi le stoviglie? Preferisci utilizzare la lavastoviglie o lavarle a mano?

Post precedente

  • Antonio Testa